giovedì 21 settembre 2017

Quattro rappresentanze del Campionato Italiano di Eccellenza - Pataro Rugby Calvisano, Femi-CZ Rugby Rovigo, Rugby Petrarca e Rugby Viadana - saranno raggiunti dai Timisoara Saracens della Romania, RC Batumi della Georgia, Heidelberger RK della Germania e dal Centro Desportivo Universitario de Lisboa (CDUL Rugby) del Portogallo per gareggiare in due gironi da quattro squadre.
Al termine delle partite delle fasi di girone, il vincitore del girone A incontrerà il secondo classificato del girone B, e il vincitore del girone B incontrerà il secondo classificato del girone A in casa e in trasferta.
I due club che avanzano si incontreranno poi in casa e in trasferta e il vincitore si assicurerà un posto nella finale del Continental Shield a Bilbao il prossimo maggio qualificandosi anche per la Challenge Cup 2018/19.
L'altro finalista del Continental Shield si deciderà con un play-off in casa e in trasferta tra i club russi Enisei-STM e Krasny Yar che hanno già superato le fasi di eliminazione diretta della competizione grazie alla loro partecipazione alla Challenge Cup di questa stagione e al loro successo nella scorsa stagione del Continental Shield.
Il vincitore dei play-off tra Enisei-STM e Krasny Yar andrà in finale del Continental Shield a Bilbao e si qualificherà anche per la Challenge Cup 2018/19.
L'obiettivo del Continental Shield è ampliare la presenza dei club di rugby in Europa e offrire sia ai club emergenti sia a quelli attestati di varie regioni la possibilità di qualificarsi per la Challenge Cup.
Il Continental Shield, che la scorsa stagione ha visto la vittoria di Enisei-STM ad Edimburgo, è organizzata dall'EPCR in collaborazione con la Federazione Italiana Rugby (FIR) e Rugby Europe.

Girone A
Femi-CZ Rugby Rovigo (Italia)
Timisoara Saracens (Romania)
Rugby Viadana (Italia)
Heidelberger Ruderklub (Germania)
Girone B
RC Batumi (Georgia)
Pataro Rugby Calvisano (Italia)
Centro Desportivo Universitario de Lisboa - CDUL (Portogallo)
Rugby Petrarca (Italia)

Calendario degli incontri

Sabato 14 ottobre 2017
Timisoara Saracens v Rugby Petrarca, Dan Paltinisanu Stadium (15.00)
Arbitro : Lloyd Linton (Sco)
Femi-CZ Rugby Rovigo v RC Batumi, Stadio Mario Battaglini (15.00)
Arbitro: Maxime Burlet (Bel)
Heidelberger RK v Pataro Rugby Calvisano, Sportzentrum Süd (15.00)
Arbitro: Iñigo Atorrasagasti (Spa)
Rugby Viadana v CDUL, Stadio Pier Luigi Zaffanella (15.00)
Arbitro: Nika Amashukeli (Geo)

Sabato 21 ottobre 2017
Pataro Rugby Calvisano v Rugby Viadana, Pata Stadium (15.00)
Arbitro: Sam Grove White (Sco)
Rugby Petrarca v Femi-CZ Rugby Rovigo, Stadio Plebiscito (15.00)
Arbitro: Shota Tevzadze (Geo)
RC Batumi v Heidelberger RK, Rugby Arena (15.00)
Arbitro:Maxime Burlet (Bel)
CDUL v Timisoara Saracens, Estadio Universitario de Lisboa (15.00)
Arbitro: Andrea Peardi (Ita)

Sabato 9 dicembre 2017
Heidelberger RK v Rugby Petrarca, Sportzentrum Süd (14.30)
Timisoara Saracens v Pataro Rugby Calvisano, Dan Paltinisanu Stadium (15.00)
Rugby Viadana v RC Batumi, Stadio Pier Luigi Zaffanella (15.00)
Femi-CZ Rugby Rovigo v CDUL, Stadio Mario Battaglini (15.00)

Sabato 16 dicembre 2017
Pataro Rugby Calvisano v Femi-CZ Rugby Rovigo, Pata Stadium (15.00)
CDUL v Heidelberger RK, Estadio Universitario de Lisboa (15.00)
RC Batumi v Timisoara Saracens, Rugby Arena (15.00)

Rugby Petrarca v Rugby Viadana, Impianti Sportivi Memo Geremia (15.00)

ZEBRE RUGBY CLUB E LAUMAS ELETTRONICA: INSIEME PER CRESCERE
Parma, 21 Settembre 2017 – La nuova franchigia federale delle Zebre è lieta di presentare una prestigiosa azienda del territorio della città di Parma che ospita la franchigia di Guinness PRO14 e EPCR Challenge Cup dal 2012: LAUMAS Elettronica.
L’azienda, con sede a Montechiarugolo (PR), fondata nel 1984 da Luciano Consonni, è leader in Italia nel settore della pesatura industriale, grazie alla produzione e commercializzazione delle proprie celle di carico e componenti per pesare.
LAUMAS Elettronica rappresenta un’eccellenza del territorio che ha nel proprio DNA una spiccata vocazione internazionale; l’azienda è presente nelle principali fiere espositive del settore con prodotti innovativi dotati di brevetto internazionale.

[da sx: Maxime Mbandà, Valerio Bernabò, Massimo Consonni, Giovanbattista Venditti e Maicol Azzolini nella sede di LAUMAS Elettronica]

Un sofisticato laboratorio di ricerca interno ed un sistema informativo avanzato permettono a LAUMAS di gestire in modo efficiente tutti i processi produttivi, offrendo altresì un accurato servizio di assistenza tecnica ai clienti presenti in tutto il mondo.
Una grande passione famigliare unita ad un management con una radicata cultura del lavoro fanno di LAUMAS Elettronica il partner perfetto per le nuove Zebre, con il quale condividere la voglia di crescere e vincere le nuove sfide sui palcoscenici internazionali.
LAUMAS ha dimostrato da subito grande fiducia ed un propositivo interesse nel nuovo progetto delle Zebre; legandosi per tre anni alla franchigia federale di base a Parma.
Il logo dell’azienda compare sul retro della maglia da gioco ufficiale di Tommaso Castello e compagni su tutti i campi d’Europa e del Sudafrica, che vedono i bianconeri impegnati nel Guinness PRO14 e nella coppa europea EPCR Challenge Cup.

Le parole del CEO, Massimo Consonni :“Siamo estremamente soddisfatti di aver legato il nostro nome a quello dell’unica realtà sportiva professionistica di Parma che ha oggi la possibilità di confrontarsi e competere in ambito internazionale. Le squadre che partecipano al campionato di rugby Guinness PRO14 ed alla coppa europea EPCR Challenge Cup appartengono a nazioni quali Irlanda, Scozia, Galles, Francia, Inghilterra, Italia e Sudafrica nelle quali LAUMAS sta investendo per consolidare le proprie quote di mercato. Speriamo in un’annata positiva per le Zebre e per LAUMAS: siamo fiduciosi di aver gettato le basi per un percorso condiviso di crescita”.









IN CAMPANIA E' L'ORA DEL RUGBY
Sabato un’inedita festa sincronica inaugura la stagione
Napoli – Il movimento ovale regionale scende in piazza, e lo fa contemporaneamente alla stessa ora in tutte le città, tra la gente. Le Società rugbistiche della Campania si sono date appuntamento per sabato 23 settembre alle ore 17, ognuna in un luogo simbolo della propria città per promuovere il gioco del rugby.
Questa la novità che inaugura la stagione 2017/2018: una grande festa della palla ovale regionale vissuta in strada, con famiglie ed amici, per dare l’avvio all’anno sportivo in maniera del tutto inedita. Difatti ogni Club svolgerà un’azione specifica sul territorio di riferimento, pubblicizzando le proprie attività ed invogliando i più piccoli a provare il nostro sport.
La sincronia dell’evento è il tratto distintivo de “L’ora del rugby”: un flash mob alle 17 in punto attirerà l’attenzione dei passanti, che verranno coinvolti in simulazioni di mischie e touche, mentre i più curiosi potranno partecipare ad attività inclusive di minirugby, touch rugby e tag rugby. Ma non solo: molti saranno i giocatori delle seniores che saranno a contatto con il pubblico ed in alcuni casi ci sarà anche un terzo tempo speciale per tutti i partecipanti.
Per la prima volta invece che scendere in campo, le Società del rugby campano saranno impegnate contemporaneamente fuori dal rettangolo di gioco, per promuovere i valori intrinseci della disciplina e per portare la palla ovale tra la gente.
Questo il programma dell’evento sincronico:
- NAPOLI, piazza Poderico (anteprima evento con dimostrazioni e animazione dalle ore 10 alle 13) – organizzato da Partenope Rugby Junior;
- BOSCOTRECASE (Na), piazza Sant’Anna (attività ludiche, animazione e tag rugby dalle ore 17) – organizzato da Amatori Rugby Torre del Greco;
- AFRAGOLA (Na), angolo viale San Francesco/via Milano (musica, giochi e dimostrazioni di minirugby e rugby femminile dalle ore 17) – organizzato dal Rugby Afragola;
- ARIANO IRPINO (Av), piazza Plebiscito (dimostrazioni inclusive, giochi con il pubblico ed aperitivo dalle ore 17) – organizzato dall’Ariano Rugby;
- BATTIPAGLIA (Sa), piazza Amendola (flash mob, dimostrazioni di minirugby e giochi inclusivi con il pubblico dalle ore 17) – organizzato dal Rugby Club Battipaglia;
- CASALNUOVO (Na), piazza Siani (animazione e minirugby dalle ore 17 alle 18) – organizzato da Rugby Vesuvio;
- POMPEI (Na), piazza Immacolata (intrattenimento e giochi con la palla dalle ore 17 alle 19) – organizzato dal Sacro Cuore Pompei Rugby;
- POZZUOLI, esterno solfatara vulcano (commemorazione eventi del 12/09 alle ore 16), Piazza della Repubblica (flash mob ore 17), lungomare “S. Pertini” (dimostrazioni e attività ludiche dalle 17:30) – organizzato da Campi Flegrei Club Pozzuoli Rugby;
- SALERNO, piazza San Gaetano (minirugby, intrattenimento, animazione e merenda per i più piccoli dalle ore 17 alle 19) – organizzato dall’Arechi Rugby;
- SALERNO, parco del Mercatello (allenamento inclusivo aperto al pubblico per tutte le età dalle ore 17) – organizzato dalla Zona Orientale Rugby Popolare Salerno;
- SAN GIORGIO DEL SANNIO (Bn), location in via di definizione (flash mob ore 17) – organizzato dai Dragoni Sanniti Rugby;
- SANTA MARIA CAPUA VETERE (Ce), piazza Bovio e Corso de Carolis (dimostrazioni di minirugby e giochi con il pubblico dalle ore 17) – organizzato da Rugby CLAN S. Maria Capua Vetere e Bufalotti Rugby;
- SARNO (Sa), location in via di definizione (flash mob ore 17) – organizzato dai Cavalieri Polisportiva Sarnese Rugby. 
(da GianClaudio Romeo add/com CR Campano)
TEST MATCH U16 
Borbonici RC Vs Campi Flegrei Pozzuoli Rugby.
Alcuni commenti e racconti della bella domenica pomeriggio trascorsa al campo Albricci, dove ha debuttato la neonata creatura borbonica...
Ed è arrivato il giorno del primo test sul campo della nuova U16, la franchigia “I Borbonici”. Domenica 17 settembre abbiamo avuto il piacere di ospitare al campo Albricci i pari età del Pozzuoli Campi Flegrei per una amichevole molto informale che ha dato modo agli staff tecnici di entrambe le squadre di iniziare a valutare i nuovi gruppi di atleti e il lavoro svolto e quanto c’è da svolgere ancora. L’amichevole si è svolta, con l’accordo dei tecnici, su tre tempi; ciò ha permesso a Tonino Siciliano di provare diversi schieramenti ed i ragazzi in vari ruoli. I 32 atleti della franchigia presenti hanno ruotato su diverse formazioni e qualcuno è stato anche “prestato” temporaneamente al Pozzuoli. Credo che sia stato un pomeriggio utile per i tecnici, per i ragazzi che devono costruirsi come squadra, ed anche per il gruppo dei dirigenti che inizia a cooperare in maniera sempre più stretta. Non voglio entrare nelle valutazioni tecniche che non mi competono e nemmeno riportare il punteggio dei tre tempi, mi piace solo concludere che a mio avviso si inizia a vedere una idea di squadra e di gioco che fa ben sperare per la stagione. Errori ed imprecisioni sul campo ce ne sono, così come buone cose, tra cui alcune individualità interessanti. Tonino ed il suo staff hanno tanto da fare, ma con il sorriso e la passione ogni cosa diventa più facile. Chiudo ringraziando per la splendida disponibilità Gino Licciardi e gli amici del Pozzuoli, ai quali va l’augurio di una ottima e pienamente soddisfacente stagione."
Mario Iodice, dirigente Borbonici RC U16
"Domenica 17 abbiamo giocato la prima partita in U16 amichevole con il Pozzuoli.
Noi Borbonici eravamo divisi in due gruppi:
La prima partita è stata Borbonici A contro il Pozzuoli e abbiamo vinto per 4 mete a 0.
La seconda vedeva in campo Borbonici B dove giocavo anche io , contro il Pozzuoli e abbiamo vinto per 2 mete a 0. In questa partita il mio ruolo era flanker.
Nella terza partita Tonino ha mischiato le due squadre, io ho avuto il ruolo di ala e ho fatto 2 mete vincendo la partita 4 mete a 0.
Devo dire che mi sono trovato molto bene a giocare con i miei nuovi compagni, anche se dobbiamo lavorare molto per migliorarci."
Giovanni Catapano, flanker (AP Partenope)
"Domenica è stata una bella giornata di sport e unione allo stadio Albricci di Napoli...si è svolta la nostra prima partita insieme.
È stato strano giocare in una squadra fatta da tre squadre diverse: Amatori Torre, Pompei e Partenope.
Devo dire che ci siamo divertiti anche se ancora non ci conosciamo bene.
Questo ci ha portato a commettere degli errori che spero risolveremo allenandoci più frequentemente insieme.
Sinceramente prima della partita ero un po' teso, e anche gli altri, ma poi una volta incominciato abbiamo portato bene palla andando a meta diverse volte. Il Pozzuoli si è difeso bene, a tratti forse meglio di noi ma siamo riusciti comunque a fare delle belle azioni."
VIncenzo Balzano, (Amatori Rugby Torre del Greco (LIONS)
 1 Vincenzo Balzano Torre del Greco
2 Marco Bosco Partenope
3 Raffaele Carleo Partenope
4 Samuele Cascone Pompei
5 Giovanni Catapano Partenope
6 Enrico Comunale Partenope
7 Domenico Cozzolino Torre del Greco
8 Agostino D'Amora Torre del Greco
9 Fabio Disa Partenope
10 Bakir Esposito Luongo Partenope
11 Gennaro Farella Torre del Greco
12 Catello Gargiulo Pompei
13 Gennaro Gomez Partenope
14 Mirco Ianniciello Partenope
15 Giorgio Iengo Torre del Greco
16 Michelangelo Iodice Partenope
17 Ciro Margheron Partenope
18 Valerio Matera Partenope
19 Michele Nicosia Torre del Greco
20 Davide Paesano Partenope
21 Lorenzo Palomba Pompei
22 Renato Pizzicato Partenope
23 Flavio Prota Torre del Greco
24 Mario Rienzo Partenope
25 Paolo Riverso Partenope
26 Andrea Rivieccio Torre del Greco
27 Salvatore Russo Torre del Greco
28 Giuseppe Russo Partenope
29 Matteo Salomone Partenope
30 Gianluca Savy Partenope
31 Stefano Scognamiglio Partenope
32 Luigi Sorrentino Torre del Greco
Sabato 30 la presentazione delle squadre poi da ottobre si inizia a far sul serio


Dopo un mese di preparazione ed un week end passato sulle colline di Belforte all’Isauro per una sorta di mini ritiro ospiti di sindaco e amministrazione, il Fano Rugby inizia a contare i giorni che lo sperano dal debutto in campionato, previsto per domenica 1 ottobre in casa contro Jesi.

(nella foto Walter Colaiacomo)
Per la quarta stagione consecutiva il team del neo presidente Giorgio Brunacci disputerà il campionato di serie C1, forte dell’impresa compiuta lo scorso anno (accesso ai play off per la prima volta nella propria storia) e consapevole che confermarsi, o addirittura migliorarsi, non è un’utopia.

Per fare questo si è cercato il salto di qualità tecnico tattico, a partire dalla panchina dove assieme al timoniere storico Franco Tonelli (quest’anno allenatore degli “avanti”) siederà Walter Colaiacomo, 47enne di Segni (Roma) da oltre 30 anni nel mondo della palla ovale con esperienza nei campionati di A e B.
Ed esperienze recenti nei massimi campionati ce l’hanno anche i due volti nuovi del Fano Rugby 2017/2018, Simone Battisti ed Enrico Santini, da anni colonne portanti del Pesaro Rugby anche se fanesi doc, che hanno deciso di gettarsi anima e corpo nell’avventura fanese e che saranno sicuramente utili alla causa rossoblù.
Sabato 30 settembre nell’impianto “Falcone-Borsellino” di Via Tomassoni a Fano, vernissage di inizio anno per tutta la società che dalle 17 presenterà alla città e ai tifosi tutte le formazioni (mini rugby, Under 14/16/18, prima squadra e amatori).
“Ripartiamo con il solito entusiasmo – spiega il presidente Brunacci -, e forti di un vivaio che è il nostro fiore all’occhiello. Negli anni siamo cresciuti e non sarei onesto se non ammettessi che arrivare ai play off è l’obiettivo che come società ci piacerebbe raggiungere. Abbiamo una rosa valida, quest’anno qualitativamente e numericamente ancora più ampia (circa 40 elementi) grazie ai nuovi innesti (oltre a Battisti e Santini sono arrivati 5 giocatori dall’ex squadra di San Lorenzo in Campo, ndr), quindi il risultato è alla portata ma se non dovessero arrivare i play off, ma avremmo avvicinato al rugby nuovi ragazzi, ci potremmo comunque ritenere soddisfatti”.
La prova concreta di questo è rappresentata da Matteo Fulvi Ugolini (18 anni) che non si è lasciato condizionare dalle sirene di altre squadre ma ha giurato fedeltà al Fano mettendosi a disposizione di Colaiacomo dopo aver fatto tutta la trafila delle giovanili ed aver debuttato lo scorso anno in più di un’occasione in prima squadra
Dopo la festa di presentazione di sabato 30, da domenica si inizierà dunque a fare sul serio con il Fano che è stato inserito nella poule 2 del girone E assieme alle marchigiane San Benedetto, Macerata e Jesi e alle abruzzesi Gran Sasso e Polisportiva Abruzzo. Le prime tre classificate vanno ai play off per la B, le ultime tre ai play out per non retrocedere in C2.
Dopo la vittoria nel primo turno dei barrage l’Under 16 del Rugby Cernusco si conferma con un’altra prestazione positiva nel secondo turno.
All’avvio della partita gli avversari liguri delle Province dell’Ovest vanno in meta per primi nei primi minuti cercando di imporre il loro gioco e di indirizzare la partita a loro favore.
Per nulla intimoriti, guidati con professionalità dal coach, con grinta ed impegno, con un gioco veloce e di qualità i ragazzi della U16 ribaltano il risultato.
Così il primo tempo si chiude con i nostri ragazzi già in vantaggio sugli avversari, dimostrando capacità realizzativa e forza difensiva.
(Una immagine dal test di domenica scorsa tra U16 del Cernusco e le Province dell'Ovest)

La squadra avversaria riparte di slancio nel secondo tempo cercando di ridurre lo svantaggio, ma i nostri ragazzi dimostrano di avere la calma di riprendere il controllo della partita.
Nel corso della partita sia i titolari che i sostituti subentrati nel corso del secondo tempo hanno mantenuto il risultato sempre a nostro favore, chiudendo 36 a 17, 6 mete a 3.

Domenica terzo test sempre casalingo con i piemontesi del VII Rugby Torino. Intanto il coach dell’U16 cernuschese, Michele Tobìa, ovviamente ha tratto buone impressioni da questa nuova affermazione.

(L'U16 del Rugby Cernusco 1979)

 E dopo la vittoria sulle Province dell’Ovest e quella iniziale sul ReccoSpezia i derby vinti sono già due! “ Inizialmente la partita – dice il savonese – giocata su di un terreno piuttosto pesante non ha permesso di giocare molto poi,  con il passare del tempo entrambe le squadre si sono adeguate offrendo anche un buon spettacolo di rugby. Subita la prima meta la nostra squadra si è mossa meglio, alzando il ritmo ha messo al sicuro il risultato giocando al largo. Conclusione sei mete a nostro favore tre loro. Ora avremo di fronte il Settimo, che credo sia una squadra comunque preparata. Noi cercheremo di sfruttare il fattore campo – ribadisce TOBIA -  giocando come abbiamo fatto proficuamente con i liguri, mettendo in campo tanto ritmo e debbo dire che con le Province la nostra compagine ha anche messo in mostra una buona fase difensiva.


(Michele Tobìa quando giocava nella Franchigia dei Crociati)

 Alcuni ragazzi del Cernusco l’anno scorso hanno giocato nella franchigia dei Longobardi  e, reduci da un campionato deficitario, concluso all’ultimo posto in classifica, ed in ogni caso quella squadra poteva fare anche meglio, certi ragazzi non erano sicuri di essere  a livello elite. Altri ragazzi provenienti dalla Under 14 sono attrezzati a dovere pertanto credo proprio che questa formazione possa prima amalgamarsi a dovere, come del resto lo sta facendo, e quindi competere a buon livello.”
LE LADIES BINGO FAMILY AMATORI CATANIA RIPARTONO DA TINO MAGRI’
Sarà lui a guidare il gruppo delle ragazze etnee nel prossimo campionato.
Continua il grande progetto e l’avventura della formazione delle Ladies Bingo Family Amatori Catania. Le ragazze biancorosse hanno cominciato la preparazione in vista dei futuri concentramenti e per cercare di difendere il titolo regionale conquistato negli ultimi tre anni.

La Bingo Family Amatori Catania però è lieta di annunciare l’arrivo del nuovo tecnico delle Ladies Tino Magrì allenatore preparatore, dal sicuro avvenire giù inserito nello staff tecnico dell’Italia Rugby League. Un ringraziamento forte e pieno di riconoscenza, soprattutto per i grandi successi ottenuti, va ai due allenatori delle ultime stagioni Max Vinti e Mario “King” Finocchiaro. Grazie al loro lavoro il rugby al femminile firmato Amatori Catania oggi è una concreta realtà pronta a giocarsi le sue chance anche in campo nazionale.